I Candidati - Belinda Gottardi Stampa
Scritto da Administrator   
Domenica 02 Febbraio 2014 12:22

Castel Maggiore è la mia città, il comune in cui abito da quando sono nata, l’8 marzo 1970 – giornata internazionale della donna – e in cui sono cresciuta. Sono fermamente convinta che la data del mio compleanno, anniversario così importante, abbia influito sulle mie convinzioni politiche e sociali. Ho sempre studiato qui, prima alla scuola materna Zarri, poi alle elementari Filippo Bassi, fino ad arrivare alle medie Donini Pelagalli. È stato però alle superiori, frequentando l’ITC Castel Maggiore, oggi Keynes, che la mia passione per l’impegno politico ha iniziato ad emergere: partendo dalle battaglie studentesche degli anni 80, sono arrivata ad impegnarmi prima nel Consiglio d’Istituto e poi nel Comitato Studentesco.

Subito dopo il diploma e durante i miei studi universitari alla Facoltà di Giurisprudenza di Bologna – che mi hanno portata a iscrivermi all’albo degli avvocati nel 2002 e a condividere attualmente con una collega uno studio legale a Castel Maggiore – sono entrata giovanissima nel consiglio comunale di Castel Maggiore. E’ stato proprio così che è cominciato il mio lungo impegno all’interno dell’amministrazione.

Come consigliere comunale, in qualità di presidente della prima commissione, ho lavorato alla stesura dello Statuto e dei Regolamenti conseguenti, come quello legato al funzionamento del Consiglio Comunale e delle commissioni consiliari. Gli incarichi che ho ricoperto in giunta sono stati tanti, così come le tematiche di cui mi sono occupata. Durante il mio primo mandato come assessore ho promosso la creazione della Pro Loco, che ancora oggi rappresenta un punto di riferimento importante per la promozione del nostro territorio. Mi sono sempre impegnata con grande determinazione nel campo delle politiche giovanili e dell’immigrazione, promuovendo indagini sulla popolazione giovanile e seguendo le tematiche migratorie post emergenziali, ritenute all’avanguardia e oggetto anche di promozione sui media nazionali. Così è nato il primo Piano Giovani del comune dei Castel Maggiore e si sono delineate le linee guida della seconda accoglienza per i migranti.

Il periodo di lavoro nell’assessorato al bilancio e tributi mi ha permesso di imparare moltissimo sulla nostra città, dedicando particolare attenzione al recupero dell’evasione fiscale e avviando il percorso, tutt’ora attivo, di educazione alla legalità in collaborazione con le scuole del territorio. Come Assessore ai Lavori Pubblici, Mobilità e Ambiente, il mio compito è stato principalmente quello di occuparmi del riassetto della viabilità e del rinnovo dell’arredo urbano, ma ho anche seguito la riorganizzazione della raccolta dei rifiuti, i progetti di educazione ambientale e il potenziamento della raccolta differenziata, più che raddoppiata durante il mio mandato. Un ottimo lavoro, in collaborazione con i volontari, ci ha portato a creare un nuovo Piano di Protezione Civile, che rappresenta sicuramente un salto di qualità per la sicurezza del territorio. Per migliorare la viabilità, ho lavorato alla stesura di un piano per una mobilità dolce e alla realizzazione di un sistema integrato di piste ciclabili, tenendo a mente come obiettivo primario il miglioramento della qualità dell’aria. Tante sono le opere pubbliche realizzate in questo periodo, tra le quali nuove aule nelle scuole Bertolini, la nuova viabilità per l’accesso alla fermata ferroviaria, la riorganizzazione di Via Gramsci.

Oggi seguo l’assessorato alla Cultura e alle Politiche per l’Infanzia, l’Adolescenza e l’Istruzione, il Lavoro, la Formazione Professionale e la Partecipazione. Mi occupo di programmare e incentivare la vita culturale del nostro comune, promuovendo l’espressione artistica giovanile e le arti di strada, il teatro, la musica, l’opera lirica e la lettura. Un’importante creazione del mio mandato è stato il festival letterario “CondiMenti”, di cui sono con orgoglio la “madrina”. Mi sto impegnando con particolare attenzione alla creazione di un nuovo welfare locale e di politiche per l’occupazione e lo sviluppo, coinvolgendo con tutti i mezzi a mia disposizione gli attori locali pubblici e privati, anche attraverso la costituzione di un tavolo di lavoro dedicato. In questo contesto, insieme al sindacato e alla Facoltà di scienze della formazione abbiamo avviato il primo campus sul territorio dedicato alla formazione permanente, per motivare e stimolare le persone fuoriuscite dal mercato del lavoro e aiutarle anche in un percorso di riconversione della loro professionalità.

Ho sempre lavorato in collaborazione con le Istituzioni scolastiche e le associazioni ed organizzazione del territorio, progettando percorsi dedicati alle problematiche adolescenziali e coinvolgendo alunni e alunne nella definizione delle politiche giovanili, attraverso l’opera del Consiglio dei ragazzi.

Nel mio percorso politico ho cercato di ascoltare le voci di tutti i cittadini, analizzando i problemi nel modo più approfondito possibile e cercando di offrire risposte a vecchi e nuovi bisogni, in modo efficace e innovativo. Oggi Castel Maggiore è un territorio in continua evoluzione ma anche una città accogliente e moderna, con servizi efficaci ed efficienti, una comunità coesa, con una ricca rete di volontariato.

Tanto è stato fatto, ma tanto c’è ancora da fare in una società in eterno mutamento.

Sono convinta che l’esperienza che ho maturato nei tanti e diversi campi dell’amministrazione comunale e la disponibilità all’ascolto siano elementi fondamentali per interpretare questo cambiamento e queste esigenze, per tutelare la qualità che già abbiamo conseguito e per costruire insieme un futuro che corrisponda alle nostre aspettative.

 

Per maggiori informazioni visitate il sito belindagottardi.wordpress.com o la pagina Facebook Per Belinda Gottardi Sindaco di Castel Maggiore.